Rapina perfetta

12 settembre 2012
San Giorgio – Forse parlare di «uomini d’oro» è un po’ eccessivo, ma certo non capita tutti i giorni, tantopiù a Savona, che un commando di cinque rapinatori si presenti in una banca in pieno centro – il Banco di San Giorgio di piazza Saffi, proprio davanti alla Prefettura – raduni clienti e impiegati, li rinchiuda nel locale caldaie (seminterrato) e poi proceda a forzare un po’ di cassette di sicurezza. Non solo: per entrare in banca, con pistole (vere o
finte che fossero) e mascheramenti vari, i cinque non sono passati dalla «bussola» dotata di metal detector, ma hanno scelto un’altra strada: un buco nel muro che separa i sotterranei della banca dalle cantine del palazzo, accessibile dal portone al civico 5 di piazza Saffi. Il tutto in pieno giorno, all’ insaputa degli abitanti del palazzo e dello stesso proprietario delle cantine (che sono private e non condominiali).Un colpo singolare ma sicuramente opera
di professionisti: una volta dentro i locali della banca i cinque rapinatori hanno indossato le maschere di Carnevale che avevano con sè e hanno spianato le armi. Erano all’incirca le 16,30. Poi hanno ordinato agli impiegati e ai clienti di scendere nel caveau, dove li hanno rinchiusi nel locale caldaie. Qui hanno lavorato con una certa tranquillità forzando sette cassette di sicurezza. L’entità del bottino è in via di accertamento anche perché occorre contattare tutti i proprietari e stilare, con la loro collaborazione, un inventario degli oggetti e dei valori trafugati. Poi, soddisfatti di quanto trovato, i banditi si sono dileguati. Come e in che direzione lo diranno le indagini.

About Uhuru

« E’ più criminale fondare una banca che rapinarla »
This entry was posted in -Rapine and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.