Bottino di 3euro

03 giugno 2011
Levico – Il 15 giugno un giovane di 23anni dovrà presentarsi davanti al tribunale di Borgo Valsugana per un processo. L’accusa è di furto aggravato. I fatti risalgono al Capodanno del 2009 ed il bottino fruttò la modica cifra di 3 (tre!) euro. Il giovane, nato in Germania e domiciliato a Lecce è accusato di essersi introdotto all’interno della piscina comunale di Levico Terme. Per intrufolarsi nella struttura sportiva aveva forzato la finestra dei bagni e, una volta dentro, si era diretto verso l’ufficio adibito a cassa. Ma le speranza di arricchirsi con i soldi nel registratore di cassa si sono rivelate subito errate. Il fondo cassa era costituito solo da poche monetine, per un totale di 3 euro. A quel punto l’attenzione del giovanotto si era rivolta al bar «Piscina» dal quale era uscito con una slot machine. Ma il tentativo di mettere le mani sul bottino, certamente più ricco, della macchinetta, era naufragato con l’impossibilità di scassinarla. Il giorno seguente, infatti, la slot era stata rinvenuta abbandonata in strada, tra Levico e Caldonazzo.
Una circostanza che non aveva reso meno amara la scoperta del furto, visto che nella settimana precedente il bar aveva giù subito un’altra «visita» notturna dei ladri, che in quel caso avevano ripulito un cambiamonete ed una slot machine, riuscendo ad incassare qualche migliaio di euro. Come prassi in questi casi erano stati eseguiti i rilievi scientifici e, sulla scena, evidentemente, erano stati rinvenute tracce del ladro. Tracce ritenute forse invisibili dal giovane, ma che non sono sfuggite ai militari del Ris, ai quali vengono inviati i reperti da esaminare. E il dna, si sa, non mente. Il giovane residente a Lecce è stato così individuato e denunciato per furto aggravato. A metà giugno dovrà dunque affrontare il processo davanti al giudice di Borgo Valsugana, assistito da un avvocato d’ufficio, già nominato.

About Uhuru

« E’ più criminale fondare una banca che rapinarla »
This entry was posted in -Furti, La Legge and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.