Pronti a tutto

15 giugno 2011
Melpignano (Le) – Entrano nel deposito dell’agenzia di spedizioni Bartolini nella zona industriale di Melpignano, ma lo fanno abbattendo un muro, servendosi di una ruspa. Poi, un volta dentro, sollevano con il mezzo meccanico la cassaforte bullonata al muro, caricano tutto su un furgone e si danno alla fuga. Ma i ladri sono costretti ad abbandonare il furgone in corsa perché tallonati da una pattuglie dell’istituto di vigilanza “La Folgore” (un nome, un programma… ndt) . Almeno tre gli individui che si sono dati alla fuga in quel modo rocambolesco, rischiando non poco, lasciandosi dietro il furgone con a bordo la cassaforte, nel cui interno vi erano circa 30mila euro in banconote. Scene da film questa notte tra il deposito della Bartolini e il cavalcavia che attraversa la Lecce-Maglie in prossimità dello svincolo per Melpignano. Tutto ha avuto inizio poco prima di mezzanotte, ed è durato qualcosa come appena sei minuti, quando dalla centrale operativa della Folgore viene allertata una guardia giurata in pattugliamento in quella zona: l’allarme del deposito della Bartolini aveva segnalato la presenza di intrusi nei locali.Ma era molto di più. Quando la guardia è giunta in prossimità della sede dell’agenzia di spedizioni, ha notato che sul viale erano stati dislocati alcuni pezzi di tufo, ostacoli che avrebbero impedito a qualsiasi mezzo di giungere nel piazzale del deposito. Non solo.
Da quella distanza si poteva però già notare un muro del locale abbattuto da una ruspa che si trovava ancora nei paraggi e mentre la guardia giurata notava tutto questo e si apprestava ad avvertire di quel che stava accadendo la centrale operativa, è spuntato all’improvviso un furgone Iveco Dayli di colore bianco, che a tutta velocità si è diretto verso il cavalcavia. Ed è iniziato l’inseguimento, davanti il furgone, dietro l’auto della Folgore. Quando il Dayli è giunto sul cavalcavia ha leggermente rallentato e dal furgone ancora in corsa sono sbalzate fuori tre persone, cadendo rovinosamente sull’asfalto. I tre ladri sono riusciti comunque a rialzarsi e a darsi alla fuga, facendo perdere le proprie tracce, ma lasciandosi dietro tracce di sangue, che ora saranno analizzate nei laboratori dei carabinieri. Sul posto, infatti, sono immediatamente giunti i militari della compagnia di Maglie, che stanno acquisendo tutti gli indizi utili per risalire agli autori del tentato furto.

About Uhuru

« E’ più criminale fondare una banca che rapinarla »
This entry was posted in -Furti and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.