Tenta rapina violando gli arresti domiciliari

15 Maggio 2012
Rimini – Un 41enne originario di Catania è stato arrestato lunedì sera dalla Squadra Mobile di Rimini per il reato di evasione. L’uomo è inoltre il sospettato principale di una tentata rapina al supermercato Conad Margherita in Via Dario Campana. Alle 16 di ieri un uomo, con il volto travisato da un passamontagna, è entrato nell’esercizio, minacciando la cassiera con un taglierino e intimandole di consegnargli il denaro. Le urla della donna hanno richiamato l’attenzione di un magazziniere, che con il suo intervento ha fatto desistere dai suoi propositi il rapinatore, fuggito verso via Flori. Indossava una maglia azzurra e dei jeans. Grazie alle testimonianze di alcuni passanti, la Polizia ha individuato nel 41enne catanese il principale indiziato, ricercato per tutto il pomeriggio. Alla fine è stato sorpreso alle 19.30 mentre rincasava a bordo della sua automobile. L’uomo aveva violato le disposizioni degli arresti domiciliari a cui era sottoposto per precedenti vicende giudiziarie riguardanti rapine e spaccio di droga. In mattinata è stato processato per direttissima. Per la prima volta a Rimini è stato applicato il recente decreto “Svuota carceri” approvato dal governo Monti. Condotto ieri sera in Questura per le formalità di rito, il 41enne è stato poi riportato a casa, senza trascorrere la notte prima del processo nelle camere di sicurezza.

About Uhuru

« E’ più criminale fondare una banca che rapinarla »
This entry was posted in -Rapine and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.