Era quasi fatta!

6 marzo 2012
Torino – Secondo la polizia stavano per commettere una rapina: le armi già pronte, un ultimo giro di perlustrazione. L’intervento della Squadra Mobile, ha però mandato a monte i loro piani. A.C., pluripregiudicato di 45 anni, e A.S., di 33, sono stati arrestati per detenzione e porto illegale d’armi – sotto il giubbotto uno aveva un revolver calibro 38, carico e con la matricola abrasa, mentre l’altro portava un taglierino – e indagati per ricettazione, visto che lo scooter su cui viaggiavano era rubato.
Casco, copricollo e berretto – i due erano già equipaggiati, pronti al colpo – non sono bastati a nascondere il volto ormai noto alla polizia di A.C.. Assieme al suo complice stava perlustrando a bordo di uno scooter la zona di via Invernizio, dove si trovano diverse agenzie di credito. Il fare circospetto e la bassa velocità a cui viaggiava hanno convinto gli investigatori che si stesse preparando per una rapina: una volta fermati, la polizia ha constatato che uno di loro indossava un paio di guanti, mentre l’altro si era cosparso i polpastrelli con della colla “Attack”, al solo scopo di non lasciare impronte.

About Uhuru

« E’ più criminale fondare una banca che rapinarla »
This entry was posted in -Rapine and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.