Gimkane e un poliziotto in ospedale

12 aprile 2009
Napoli – Via Duomo 44, negozio di abbigliamento Glamour. V. R., 36 anni, arriva con quattro complici in sella a due moto. Lui, alla guida di una Fiat Uno, punta l´utilitaria contro la vetrina e accelera, sfonda tutto. Il fracasso alle cinque del mattino sveglia i residenti mentre R. e gli altri quattro caricano sull´auto vestiti per 25 mila euro e si allontanano verso i Vergini. È lì che fanno il “brutto incontro”: una volante della polizia. I poliziotti capiscono cosa sta succedendo e scatta l´inseguimento. Sgommate e gimkane lungo i vicoli della Sanità. La Fiat Punto sfreccia avanti, la volante la tallona fino a piazza San Severo a Capodimonte dove la carreggiata si restringe. Il ladro è costretto a frenare, uno dei poliziotti scende dalla volante. Ma il ladro non si arrende, ingrana la retromarcia e cerca di investire la divisa che, a sua volta, con un agile balzo, salta sul cofano dell´utilitaria. La Fiat Uno riprende la sua marcia in velocità mentre l´agente resta aggrappato al cofano con le dita nelle grate delle prese d´aria. Il ladro, per farlo cadere, sterza con forza a destra e a sinistra in un pericoloso zig zag. Quest´ultimo però resta con una mano aggrappato alla portiera, con l´altra spara un colpo di pistola. Tenta di scaraventarlo via, poi di schiacciarlo contro i muri, e infine il poliziotto cade. Poco dopo il ladro viene bloccato. Tentato omicidio, danneggiamento, furto aggravato. E un poliziotto in ospedale.

About Uhuru

« E’ più criminale fondare una banca che rapinarla »
This entry was posted in -Furti and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.